• gil borz

L'ARTE DEL DUBBIO E IL PRADOSSO DEL MENTITORE

Non si può credere più a nulla. Tempestati da false informazioni, e nella migliore delle ipotesi da informazioni artatamente manipolate, l'unica risorsa rimasta al cittadino è il Dubbio.

Un Dubbio che genera incertezza e diffidenza, verso la fonte dell'informazione e l'istituzione, o che produce l'unica certezza, che afferma la menzogna.

Domandare a un giornalista se tutti i giornalisti sono bugiardi ricalca il Paradosso del Mentitore di Epimenide e per quanto si tenti un approccio logico e formale si torna sempre al via, talvolta passando dalla prigione se la ricerca o l'indagine è stata approfondita.

Il dubbio alimenta l'incertezza e l'incertezza alimenta la sfiducia che a sua volta alimenta il dubbio in un ciclone di negatività che individua complotti, piani spectrali, losche manovre criptofinanziarie, reset planetari, epidemie selettive e maltusiane.

Dalla prima menzogna che ha alimentato il Dubbio un numero infinito di altre menzogne sono servite a mascherare la prima definendo infine un castello della verosimiglianza in questo gigantesco Truman Show che è diventato il mondo.



0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti